Esmir Filho a Bari per presentare “Alguma coisa assim”

Alessia De Pascale, Esmir Filho, Ganpaolo Camaggio, Vanessa Silva.

Per la seconda serata del Bari Brasil Film Fest, il menù proposto dalla direttrice artistica della rassegna Vanessa Mastrocessario Silva, era particolarmente appetitoso: la proiezione di un film attuale e visivamente intrigante come “Alguma coisa assim”, alla presenza del regista Esmir Filho, che ha firmato la pellicola insieme a Mariana Bastos.

Il pubblico di Bari ha risposto in maniera davvero entusiasta: una lunga fila di persone si è creata davanti al Cinema Abc. Purtroppo in molti non sono riusciti a trovare un biglietto per questa seconda proiezione della rassegna, segno del grande interesse verso la cinematografia brasiliana del pubblico barese.

L’incontro con Esmir Filho

La pellicola è stata brillantemente introdotta dalla giornalista Alessia De Pascale che ha ricordato come “Alguma coisa assim” sia nato da un cortometraggio presentato con successo a Cannes dagli stessi registi nel 2006, che è diventato parte integrante della pellicola. Con una scelta che rimanda al cinema di Richard Linklater ritroviamo i due protagonisti a distanza di anni, prima in Brasile e poi a Berlino: il loro complesso rapporto che sfida le convenzioni si evolve insieme alla loro personalità.

La pellicola è molto piaciuta al pubblico barese che si è soffermato a lungo a discutere con l’autore. Esmir Filho ha rivelato alcuni retroscena sulla realizzazione di un’opera nell’arco di 10 anni. Abbiamo saputo, ad esempio, che – a differenza dell’altra interprete Caroline Abras – il protagonista André Antunes aveva abbandonato la carriera di attore per intraprendere quella di psicologo: non è stato semplice convincerlo a tornare dietro la cinepresa per girare le nuove parti del film. Infine il regista si è soffermato sull’importanza nel lavorare in simbiosi per un così lungo periodo con Mariana Bastos, di cui era amico sin dai tempi degli studi.

Vanessa Silva, Esmir Filho, Alessia De Pascale.

Foto di Vito Signorile.