Salta al contenuto

“Noites Alienigenas”, le notti aliene dei giovani nell’amazzonia urbanizzata

Le esistenze di tre amici d’infanzia si intrecciano nella periferia di Rio Branco, città amazzonica capitale dello stato di Acre, che si trova al confine con Perù e Bolivia. La vita in questi luoghi negli ultimi anni ha vissuto il violento impatto dell’arrivo della malavita, portata dai cambiamenti nelle rotte dei traffici illeciti.

In questo contesto conosciamo Rivelino, giovane rapper e disegnatore di graffiti, figlio di Beatriz, una donna dallo spirito indipendente. Il giovane disegna astronavi sui muri della città quando non lavora per uno spacciatore della vecchia guardia, Alê. Quest’ultimo è convinto sella vita in altri mondi e non si rassegna al nuovo modello di criminalità organizzata, ormai predominante con i suoi metodi violenti.

Paulo, invece, è un giovane indigeno, ossessionato dagli antenati del suo popolo, costretto ad affrontare la sua dipendenza dalla cocaina. La madre del ragazzo, Marta, è una fedele evangeliche che, di fronte alla dipendenza del figlio, finisce per tornare a cercare le sue radici indigene.

Infine c’è Sandra, giovane donna nera ed emancipata, madre del figlio di Paulo, che riesce a trovare nella cultura Hip Hop un rifugio dalla realtà. I destini di questi tre ragazzi di periferia si scontreranno in modo tragico e liberatorio.

L’opera di Sérgio de Carvalho è tratta da un suo omonimo romanzo breve, vincitore del Garibaldi Brasil Literature Contest, indetto dal Comune di Rio Branco, con la collaborazione della Garibaldi Brasil Foundation.

Il film ha vinto numerosi premi alla cinquantesima edizione del Festival de Gramado, come miglior film, premio della giuria, miglior attore e migliori attori non protagonisti e una menzione speciale per Adanilo, l’interprete del personaggio di Paulo. 

Il lungometraggio cattura le immagini di un’Amazzonia urbanizzata, ancora poco mostrata e conosciuta. Gli abitanti di questi territori sono portati a negare le proprie origini e l’identità di foresta, fino a mostrare i profondi drammi in un’intera generazione, che tenta di rimuovere il proprio passato. Con tocchi di realismo magico, il film affronta le problematiche dei più giovani in un Brasile portato a negare le sue radici formative: nere e indigene. 

“Noites Alienigenas” è in programma al Bari Brasil Film Fest martedì 28 novembre. Il film sarà introdotto da Livio Costarella, giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”.

Vincenzo Camaggio

Scorri in cima